obesita

Attenzione: la chirurgia contro l’obesità può mettere a rischio la fertilità maschile

La chirurgia per l’obesità potrebbe mettere a rischio la fertilità maschile. L’ Hospital das Clinicas in São Paulo do Brasil ha infatti riscontrato alcune anomalie nel liquido seminale di oltre la metà dei pazienti a distanza di due anni da un’operazione di bypass gastrico, nonostante essi abbiano riscontrato miglioramenti, oltre che nel peso e nei livelli ormonali, anche nella qualità della vita sessuale.

I ricercatori hanno preso in esame 80 persone, divise in quattro gruppi: il primo contava 23 uomini, seguiti per almeno cinque anni dopo la chirurgia bariatrica e il secondo altri 23 tenuti sotto controllo per almeno due anni dall’operazione, mentre il terzo era composto da 18 persone affette da obesità che non erano ricorse alla chirurgia e il quarto da 15 individui normopeso. Dai risultati si evince che fino al 57,1% degli uomini a due anni dalla chirurgia bariatrica presenta anomalie del seme, tanto che solo il 4% dei partecipanti allo studio è diventato padre dopo la procedura.

Gli studiosi hanno incluso tra i possibili fattori impattanti in maniera negativa sulla fertilità dei due gruppi di individui sottoposti a bypass gastrico anche gli elevati livelli di estradiolo e i deficit di vitamina D.