Morbillo-615x400

Germania, moltiplicati i casi di morbillo nel 2017

A causa del calo delle vaccinazioni, la Germania registra nei primi mesi del 2017 più casi di morbillo che in tutto l’anno precedente. Secondo le cifre fornite dal Robert Koch Institut di Berlino, quest’anno sono state già segnalate 400 persone che si sono ammalate di morbillo, contro i 325 casi complessivi del 2016. Le autorità sanitarie tedesche, in occasione della settimana europea per le vaccinazioni, lanciano l’allarme: infatti il numero delle vaccinazioni anti-morbillo è calato del 18% nel 2019 per 1,9 milioni di dosi. Nel 2015 c’era stato invece un massiccio aumento, dopo che a Berlino si era registrato un drastico aumento della malattia. A quanto afferma il vicepresidente dell’Associazione federale dei farmacisti tedeschi, Mathias Arnold, “l’esplosione di morbillo di due anni fa ha avuto un effetto limitato sulla volontà dei cittadini a vaccinarsi. Ricordiamo che chi si vaccina, protegge anche la sua famiglia e la popolazione nel suo complesso”. L’associazione dei pediatri, da parte sua, ricorda l’aumento dei casi di morbillo nei neonati, cosa particolarmente temuta, perché può portare a conseguenze potenzialmente mortali. L’associazione dei pediatri ha inoltre criticato con forza “il tentativo degli avversari dei vaccini di diffondere informazioni falsate attraverso Internet per gettare discredito sui vaccini” e smentisce con decisione la connessione “tra vaccini e autismo, allergie e persino effetti letali”. Per i pediatri tedeschi la campagna “anti-vax” può causare danni gravissimi.